31 250 franchi per le persone in difficoltà

Durante l’Avvento, in occasione di un’iniziativa benefica, la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori ha venduto insieme alla Società degli Impresari-Costruttori della Svizzera centrale 125 stelle luminose appese alla Tour d’horizon. Il ricavato di 31 250 franchi sarà donato all’iniziativa natalizia della Luzerner Zeitung, destinata alle persone che sono nel bisogno a causa del coronavirus.

 

Il distanziamento sociale caratterizza il nostro quotidiano. In questa situazione, la SSIC ha fatto un passo per essere vicina, simbolicamente, alle persone che sono state duramente colpite dal coronavirus. A tal fine ha lanciato la campagna “125 anni – 125 stelle” in collaborazione con la Società degli Impresari-Costruttori della Svizzera centrale. Il numero 125 si riferisce al 125° anniversario della SSIC, che sarà celebrato nel 2022. Le prime attività dell’anniversario sono già in corso, con la Tour d’horizon. Con l’aiuto della torre mobile, la SSIC entra in dialogo con la popolazione e le chiede come dovrebbe essere la Svizzera del futuro. Le stelle, che rimarranno appese alla Tour d’horizon fino al 6 gennaio 2021, sono state vendute a 125 franchi ciascuna nell’ambito della campagna di beneficenza. “Il ricavato è destinato all’iniziativa natalizia della Luzerner Zeitung”, dice il responsabile del progetto Thomas Guggisberg.

Tutte le stelle vendute

La solidarietà degli impresari-costruttori con le persone in difficoltà era contagiosa: tutte le 125 stelle sono state vendute a tempo di record. La SSIC ha raddoppiato l’importo di 15 625 franchi. Il direttore della SSIC Benedikt Koch e il direttore della ZBV Kurt Zurfluh hanno così potuto consegnare alla Luzerner Zeitung un assegno di 31 250 franchi.

Grande solidarietà

Il presidente Urs W. Studer, ex sindaco della città e presidente del comitato consultivo dell’iniziativa natalizia della LZ, era felicissimo in occasione della consegna dell’assegno: “Siamo contenti di ogni franco e quindi apprezziamo straordinariamente il gesto generoso della Società degli Impresari-Costruttori.” In generale, la disponibilità della popolazione a donare è molto soddisfacente, anche in tempi difficili come quelli attuali, dice Studer. “Di conseguenza, siamo in grado di rispondere positivamente a gran parte delle richieste.” E non sono poche. Ogni anno verrebbero presentate circa 3000 domande di sostegno, non solo agli uffici regionali e comunali di assistenza sociale, ma anche a numerose istituzioni di aiuto di tutta la Svizzera centrale. Kurt A. Zurfluh, direttore della Società degli Impresari-Costruttori della Svizzera centrale ZBV, ha ringraziato tutti gli impresari-costruttori che hanno acquistato una stella dimostrando ancora una volta la grande solidarietà nei confronti delle persone che stanno meno bene di loro.

Autore: admin

Condividi questo articolo